La famiglia è considerata come la cellula di base, su cui si fonda la società, ed in termini più ampi, tutta l’Umanità: attraverso i rapporti familiari, ogni essere umano apprende i valori della Cooperazione e della Reciprocità, impara a diventare una persona equilibrata, ad essere un cittadino responsabile, acquisisce un equilibrio affettivo, sviluppa adeguate capacità relazionali.

Inoltre, mediante i rapporti familiari, ogni individuo ha la possibilità di comprendere il proprio “scopo” nella vita e la propria funzione all’interno dei rapporti personali.

Come sappiamo, nel corso del suo ciclo di vita, ogni sistema familiare va incontro a momenti di passaggio importanti, che sono accompagnati da una serie di cambiamenti, collegati anche alle trasformazioni, che avvengono nel contesto sociale e culturale.

I cambiamenti, che avvengono soprattutto nelle principali fasi del ciclo di vita, sono dei veri e propri eventi critici: la formazione della coppia, la nascita dei figli, la loro infanzia ed adolescenza e la loro uscita dal nucleo familiare, infine il divenire adulti, la maturità, il pensionamento, la vecchiaia e la morte.

Tali cambiamenti richiedono, sia all’individuo che alla famiglia, di riorganizzarsi al suo interno per migliorare le modalità del suo funzionamento, quando risultano inadeguate rispetto alla nuova situazione, favorendo il proprio cambiamento.

In questi termini, ogni momento di passaggio, accompagnato dalla crisi generata dalla vecchia forma (modalità di pensiero, gestione emotiva, gestione relazionale, ecc.) non più funzionale o soddisfacente, può essere positivo se consente la crescita psicologica e sociale dei membri oppure negativo se la famiglia non riesce ad organizzarsi.

Per questo è importante che in queste particolari fasi del ciclo di vita, la famiglia, come organismo e come singolo membro, venga sostenuta nell’attivare e valorizzare tutte le risorse interne per affrontare, in modo positivo ed evolutivo, il cambiamento.

Nella visione di questo Progetto, le diverse fasce di età presenti in una famiglia, dal differente punto di vista di ciascuno, possono essere stimolate a riconoscere in sé le risorse per migliorare la propria vita, e anche ad individuare e mettere a disposizione degli altri il proprio “valore aggiunto”, nato dall’esperienza di vita realizzata negli scambi quotidiani, ovvero i Valori di cui ciascuno è portatore, la propria disponibilità al cambiamento e alla collaborazione, per il Bene Collettivo.

Per ricevere informazioni contattaci all’indirizzo e-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Scarica l'invito